HOME  WOODVIVAL  |  FOTO  |  LESSINIA  |  VIDEO  HOBBIES  |  LINKS  |  F.A.Q.   CHI SONO E CONTATTI

Ti trovi in: Housegate - Woodvival - Contenuti - Tecniche

.

L'importanza del berretto

Dicevamo: se hai freddo ai piedi copriti il capo. Infatti la testa è un vero e proprio radiatore. Circa il 15% del sangue si trova nella testa, e la testa e il collo sono responsabili della dispersione di circa il 40% dell'intero calore corporeo. Da qui a capire l'importanza di un buon berretto ci vuole poco. Anche quando la situazione non sembrerebbe indicarlo, è sempre buona cosa averne uno nello zaino. Coprire testa, orecchie, fronte e collo aiuta moltissimo a restare caldi e a conservare il calore corporeo, e un berretto non occupa molto spazio e non pesa molto. Anche durante la notte dormire con la testa coperta è importante (ricordiamo che non dobbiamo dormire con la testa dentro il sacco a pelo, per evitare di immetterci umidità causata dal respiro). Non dimentichiamo inoltre che per produrre calore il nostro corpo deve bruciare calorie. L'abbiamo visto nel caso dell'alimentazione, dell'ipotermia, del riparo. Tenere la testa calda riduce il raffreddamento del sangue, e di conseguenza riduce il lavoro del metabolismo per generare calore, facendoci risparmiare calorie!!!

Io ne uso uno nordico in lana con interno in pile, con i copri orecchie, per l'inverno, e uno più leggero, in Thinsulate 40 grammi, per l'estate. Come al solito mi sento di consigliare lana o materiali sintetici, per la velocità di asciugatura e l'isolamento che garantiscono anche se bagnati. Sono entrambi adatti all'utilizzo anche con una torcia frontale indossata, cosa importante.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il classico cappello in lana e pile, con copri orecchie

 

 

Non dimentichiamoci naturalmente del caso opposto: l'estremo calore. Anche in questo caso la testa va protetta, ma non per tenerla calda, bensì per favorirne il raffreddamento. Uno straccio umido, anche di orina nel caso estremo, è ottimo per permettere al sangue di raffreddarsi, e uno straccio umido attorno al collo è altrettanto importante. Non dimentichiamo che i colpi di sole sono pericolosi!!!

Per il sole, e quindi un uso estivo, io uso un classico Bonnie Hat, con la tesa ampia per proteggere non solo la testa ma anche volto, orecchie e collo. Credo sia l'unico capo di abbigliamento in cotone che uso. Può essere inumidito per aumentare la capacità di raffreddare, ed è molto pratico e comodo. Il Bonnie Hat, anche detto Jungle Hat, è molto comodo anche per sostenere un retino anti zanzare da testa, per esempio durante le sessioni di pesca notturna nelle paludi. La falda ampia tiene il retino lontano dal volto impedendogli di dare fastidio.

Il Bonnie Hat

.

Torna ai contenuti della sezione Woodvival - Torna alla sezione delle tecniche
 

HOME  WOODVIVAL  |  FOTO  |  LESSINIA  |  VIDEO  HOBBIES  |  LINKS  |  F.A.Q.   CHI SONO E CONTATTI