HOME  WOODVIVAL  |  FOTO  |  LESSINIA  |  VIDEO  HOBBIES  |  LINKS  |  F.A.Q.   CHI SONO E CONTATTI

Ti trovi in: Housegate - Woodvival - Contenuti - Tecniche

.

L'importanza di una buona esca.

L'esca è un qualcosa di secco e facilmente combustibile da usare per iniziare l'accensione di un fuoco. Prima si accende l'esca, che è la più facile da infiammare, poi i legnetti piccoli, alla fine quelli grossi. Quindi l'esca è la parte iniziale, la più importante. E' quindi facilmente intuibile che una buona esca ci può risparmiare un sacco di problemi e rendere la vita outdoor alquanto più facile e piacevole. Nessuno vuole dannarsi per ottenere cose così semplici come un bel fuoco caldo, credo, e quindi essere attrezzati al caso è molto utile. Estote parati, come al solito. Letteralmente vuol dire siate preparati, ma secondo me significa anche fatevi furbi, non fatevelo mettere nel didietro dalla natura, sfruttate al massimo la vostra intelligenza, le vostre tecniche, le vostre conoscenze e la vostra attrezzatura per ricavare da ogni uscita il massimo del piacere con il minimo del sacrificio!!! Il woodvival è un piacere, una gioia, un rilassarsi, un rigenerarsi, ricordiamocelo!!!

Ok, torniamo IT. In genere quando si parla di esca si pensa al classico pezzo di carta, o al ciuffo di erba secca. Queste sono esche che vanno più che bene in condizioni standard, e quindi con poco vento, legna ben secca, poca umidità. Sono anche esche che si possono trovare in zona, esche naturali. Nei boschi ci sono un sacco di cose buone allo scopo, basta solo guardarsi attorno.

Anche in condizioni non proprio ottimali è quasi sempre possibile trovare un'esca adatta. Ricordiamoci che per esempio il legno secco ma ancora sull'albero, e quindi che non ha assorbito l'umidità del suolo, anche se fuori è bagnato di pioggia dentro sarà comunque asciutto. Possiamo togliere la corteccia e con il coltello raschiarlo per ottenere una serie di trucioli, o riccioli di legno asciutti, ottimi come esca. La corteccia della betulla, albero che si trova spesso nei nostri boschi, è piena di olii, le pellicine che si formano sulla superficie, staccate e sminuzzate, si accendono alla minima scintilla e bruciano anche con il vento, a lungo. La resina dei pini, raschiata via e messa su un pezzo di corteccia, è un'ottima esca che brucia a lungo. Sotto i sassi grossi spesso si trova materiale asciutto. Anche i nidi degli uccelli e le tane di alcuni animali sono foderati di materiale molto infiammabile e quasi sempre asciutto. 

 Ma se fosse necessario fare un fuoco con legna umida o addirittura bagnata, con vento forte, magari sulla neve, e non ci fosse molto tempo per cercare una buona esca, o se semplicemente non avessimo voglia di cercarla, allora servirebbe qualcosa di più, un'esca artificiale, chimica, da portare con noi nello zaino, un piccolo kit per il fuoco per renderci la vita più facile e piacevole.

Ce ne sono molte. La Diavolina, l'Esbit, l'alcool in gel sono solo alcune. Si trovano facilmente nelle ferramenta a pochi soldi. Ma la mia esca preferita è un batuffolo di cotone imbevuto di olio di vaselina. I motivi di questa preferenza sono vari:

costo irrisorio
un pacco di cotone e una bottiglietta di olio di vaselina costano pochi euro l'uno, e garantiscono centinaia di accensioni.

possibilità di reintegrare la scorta facilmente
al ritorno da ogni uscita basta rimettere nel contenitore il cotone utilizzato, l'olio necessario a saturarlo, chiudere e tutto è pronto per essere riutilizzato.

trasporto in quantità facile
i tubetti di vitamina o aspirina effervescente sono ideali, di poco ingombro, con un'ottima chiusura, facilmente reperibili, e contengono abbastanza cotone da accendere almeno una decina di fuochi

durata di stoccaggio
l'olio non evapora, quindi un barattolino chiuso può durare anni senza degradarsi

facilità di accensione con scintilla
è un'esca che con il firesteel si accende istantaneamente, e questo è molto utile sotto la pioggia, con molta umidità, con vento forte, quando fiammiferi e accendino farebbero molta fatica a funzionare.

durata della fiamma
un pezzo di cotone grosso come una nocciola brucia a lungo, più di 2 minuti, permettendoci di accendere anche la legna umida

In questo video c'è il mio piccolo kit per il fuoco, potete prenderne spunto per crearne uno tutto vostro, adatto alle vostre esigenze particolari. Non ho messo fiammiferi antivento o cose "da survival", che trovo solo inutili e che penso sia per lo meno bizzarro portare con se. Accendino e firesteel, esca e un po' di conoscenze e di esperienza su come trovare la legna più adatta sono tutto quello che serve. Come al solito: fatti, non pugnette!!

 

.

Torna ai contenuti della sezione Woodvival - Torna alla sezione delle tecniche
 

HOME  WOODVIVAL  |  FOTO  |  LESSINIA  |  VIDEO  HOBBIES  |  LINKS  |  F.A.Q.   CHI SONO E CONTATTI